La Asso vuol comprare tutta la Maistri

Da Asso spa nuova proposta d'acquisto alla Maistri spa, attualmente in fase di concordato in tribunale. L'azienda di San Pietro in Cariano specializzata nella produzione di allestimenti per negozi nell'ottobre scorso aveva rilevato, attraverso la newco Maistri Innovation, lo storico marchio di cucine, la parte produttiva e la parte impiantistica dello stabilimento di Corrubbio di Negarine, facendo ripartire la produzione. Ora rilancia offrendo a Maistri spa l'acquisto dell'intero comparto: al piatto già offerto si aggiungerebbero quindi la palazzina degli uffici e il capannone retrostante, per una superficie complessiva di 20 mila metri quadri circa. L'obiettivo? «Abbiamo fatto questa ulteriore proposta con l'auspicio che possa servire a garantire il buon esito del concordato», spiega Giovanni Venturini, presidente di Asso. «Potevamo rimanere in panchina ed attendere le decisioni», aggiunge Vittorio Zardini, amministratore di Maistri Innovation e socio di Asso, «ma abbiamo scelto invece di scendere nuovamente in campo, forti anche di questi primi mesi di vita di Maistri Innovation che hanno visto ripartire la produzione a pieno ritmo, aprendo spiragli di ottimismo» Soddisfatto della proposta anche Mario Ortombina, segretario Filca-Cisl Verona, che nei mesi scorsi aveva preso parte alla delicata trattativa sindacale attuata tra le parti per cercare di tutelare i lavoratori. «La Asso ha fatto un'offerta importante, che potrebbe contribuire nella buona riuscita del concordato», dice. «Lo sforzo della nuova gestione è evidente, spero anche sia sufficiente: molto dipende dalle garanzie che la Maistri spa è in grado di dare». L'offerta, già ufficialmente sottoposta ai vertici di Maistri Spa, potrebbe portare inoltre al raggruppamento negli spazi di Corrubbio delle unità produttive di Asso, che al momento si trova su un'area di circa 10 mila metri quadri a San Pietro in Cariano, e di Maistri Innovation. «È un'idea che non escludiamo», spiegano Venturini e Zardini, «e che, anzi, stiamo valutando. Sarebbe uno spostamento logistico che ci permetterebbe di ottimizzare ulteriormente le sinergie già in essere tra le due aziende». Intanto il 2013 promette bene per Maistri Innovation: da dicembre, dopo un primo mese di assestamento, la nuova società ha ingranato la marcia e punta gradualmente non solo a riprendere i vecchi mercati ma anche ad ampliarli a livello internazionale. Il primo obiettivo, recuperare la fiducia e la credibilità nel marchio Maistri a livello nazionale, secondo i dirigenti è ormai raggiunto. Alta anche l'attenzione per il mercato locale: il 23 marzo verrà inaugurato il nuovo punto vendita aziendale, a Legnago. Maistri Innovation sta consolidando il marchio al livello internazionale.F. L. http://www.larena.it/stories/Home/484613_la_asso_vuol_comprare_tutta_la_maistri/?refresh_ce&scroll=483            
torna alle news