Maistri a Cersaie con Lapitec

Maistri e Lapitec di nuovo insieme. Dopo il successo riscosso al Salone del Mobile di Milano lo scorso aprile, nei padiglioni di Eurocucina 2014, dove nello stand Maistri è stata presentata in anteprima la cucina in Lapitec, le due aziende proseguono la fattiva collaborazione con questo nuovo inedito. L'azienda presenta un progetto inedito di cucina a blocchi mobili e geometrici, interamente rivestito in pietra sinterizzata. Maistri ha studiato e creato, in collaborazione con Lapitec e in esclusiva per il Salone Internazionale della Ceramica per l'Architettura e l'Arredobagno 2014, uno speciale progetto cucina. Il progetto Lab, ispirato al modello GIZA di casa Maistri, si articola in quattro blocchi indipendenti che contengono ciascuno una delle varie funzioni base utili e indispensabili in cucina: dal piano cottura allo spazio lavaggio, dal contenimento al piano lavoro. Ciascun blocco èmobile grazie alle ruote inserite nella base e dunque èpossibile comporre a piacimento la composizione cucina, spostarla e ricrearla di continuo e a seconda delle esigenze. Le singole basi, infatti, 64x64 centimetri, formano blocchi indipendenti e regolari. E l’altezza di 93 centimetri rende il tutto ergonomico e pratico. Il blocco cottura se pur contenuto nelle dimensioni, riesce a ospitare un piano cottura a induzione e la cappa integrata nel top. La differenza in questo progetto Lab Giza, èla realizzazione di due cestoni simmetrici e di uguale altezza, studiato proprio per rispondere alle esigenze estetiche del cubo cucina. Dal grigio piombo al bianco crema, dalla finitura Vesuvio alla Satin, in diverse tonalitàdi colori e finiture, il prototipo di cucina Maistri èrealizzato completamente in Lapitec senza eccezione alcuna anche nel blocco lavaggio. Nel progetto GIZA di Maistri, infatti, il lavello èsempre realizzato nello stesso materiale del top, con identica finitura e colore in modo da creare continuitàed un unicum raffinato e ricercato, oltre che pratico. Prodotto innovativo e versatile, la pietra sinterizzata èparticolarmente adatta anche in cucina. Si tratta infatti di un materiale la cui superficie non assorbe, èresistente alle macchie, igienica, facilissima da pulire e del tutto inospitale all'insediamento di batteri e muffe. E puòessere personalizzato grazie ad una vasta gamma di colori, sia monocromatici che venati, e di finiture. Maistri ha dunque arruolato Lapitec per le sue composizioni con GIZA. In GIZA, il frontale, il top e il fianco sono caratterizzati da bordi inclinati a 45°, accostati tra loro. L’apertura dei cestoni è agevolata da una gola. Guidano il design precisi e immortali canoni di bellezza minimalista. È l’essenziale visibile agli occhi.   Per informazioni: ufficio stampa Maistri press@maistri.it 393 1254419
torna alle news